Dalle ore 10.30 alle 19.00 – Zona Stand
MOSTRA MERCATO
Apertura degli stand degli espositori presso il Parco della Montagnola

ARTI
dalle ore 10.30 alle 13.30 presso tutti gli spazi del festival
Momenti di animazione circense a cura di CIRCO SOTTO SOPRA

dalle 16.30 alle 18.30 presso la scalinata del Pincio
Momenti musicali e di danza a cura di Marakatimba e Corretto Samba

CONVEGNO
dalle ore 10.30 alle ore 13.00 – Presso Montagnola Republic
PRENDIAMOCI CURA!
NON POSSIAMO STARE FERMƏ MENTRE IL NOSTRO PRESENTE E FUTURO BRUCIANO. COSTRUIRE LA SOCIETÀ DELLA CURA DI SÉ, DEGLI ALTRI, DEL PIANETA.
“Abbiamo proseguito imperterriti, pensando di rimanere sani in un mondo malato”
Due giorni dopo lo SCIOPERO NAZIONALE PER IL CLIMA indetto da FRIDAY FOR FUTURE, ed 1 mese prima della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP26, Glasgow, 1-12 Novembre), cosa sappiamo dell’appuntamento nel quale i nostri governi dovrebbero prendere decisioni storiche per evitare che il clima ci crolli addosso? Dove ci stanno portando le politiche economiche e commerciali, il PNRR, la presunta transizione ecologica? Dove invece vorremmo andare noi? Possiamo continuare a stare a guardare? Quali appuntamenti e forme di mobilitazione – come cittadini e come consumatori – abbiamo davanti, per raffreddare la febbre del pianeta, e promuovere un’economia più equa e sostenibile?
Un appuntamento non solo per ascoltare, ma anche per confrontarsi e partecipare, ed agganciarsi ai tanti appuntamenti verso la COP26.
PARTECIPANO:
Alberto Zoratti, Società della Cura
Gianluca Sala, Friday For Future Bologna
Giuseppe Onufrio, Direttore Greenpeace Italia (online)
Giorgio Dal Fiume, Rivestiti – WFTO

INCONTRI

dalle ore 15.00 alle ore 16.00 presso l’area Approfondimenti
IL FILO CHE NUTRE: RELAZIONI EQUO SOLIDALI, SVILUPPO INTEGRALE E MODA ETICA AL TEMPO DEL NEW NORMAL
Un esempio di come tramite il commercio equo e solidale si sostiene una rete di attività sia produttive che scolastiche, di servizi sociali e sostegno a fasce sociali disagiate
AltraQualità – importatore del Commercio Equo e Solidale (www.altraq.it) intervista (online)cSatyendra Khadgi, Direttore di Kumbeshwor Technical School (Fair Trade Nepal). L’evento sarà anche trasmesso in diretta Facebook

dalle ore 16.30 alle ore 17.30 presso l’area Approfondimenti
ALTROMERCATO E LA SOSTENIBILITÀ AGÌTA
Valeria Calamaro (Responsabile Marketing Sostenibilità) e Ilaria Favè (Area Brand Strategy) di Altromercato (www.altromercato.it) presentano il primo dossier che fotografa l’impatto del Commercio Equo e Solidale e dei suoi produttori sulla sostenibilità sociale e ambientale. L’evento sarà anche trasmesso in diretta Facebook

dalle ore 17.30 alle ore 18.30 presso l’area Approfondimenti
UMBRIA SLOW FASHION a sostegno della creatività e della produzione artigiana femminile
UMBRIA SLOW FASHION è il progetto di Moda Etica e Sostenibile della Cooperativa Sociale Monimbò Bottega del Mondo, che crea capi e accessori originali con materiali naturali o di riciclo. La nostra produzione è caratterizzata da edizioni limitate create esclusivamente da donne, designer che impiegano la loro creatività  e professionalità nel progettare e realizzare i capi. Grazie al Progetto Umbria Slow Fashion riusciamo a sostenere le donne umbre che hanno deciso di investire nella  propria  capacità di creare.
a cura di Moninbò

LABORATORI

dalle 11.00 alle 12.00 presso l’area Approfondimenti
Dallo scarto nascono i fiori.
Laboratorio di creazione e recupero: dallo scarto nascono creazioni bellissime e colorate. Laboratorio per bambini dai 6 a 99 anni.
A cura di Cartiera

dalle 11.00 alle 12.00 presso lo stand produttore
RINASCERE
Chi non ha in casa ritagli di stoffa, vecchi abiti ormai immettibili, asciugamani inguardabili?
Durante questo laboratorio vi faremo vedere come dare nuova vita a tanti piccoli oggetti di uso quotidiano. Cose semplici e veloci ma di grande effetto. Facciamo un regalo al mondo imparando a riutilizzare anche le cose più impensabili. Curiosi?
A cura di Di tutti i colori

dalle 13.30 alle 15.00 presso l’area Approfondimenti
STENCILIAMO
Con colori, spugne e stencil si potranno creare immagini e forme su carta e stoffa. La tecnica dello stencil diventa facile e accessibile a tutti con le indicazioni giuste. In questo modo si offre a tutti un’area di ricerca azione in cui esplorare i vari materiali per comunicare, inventare, creare e fare nuove esperienze sia dal punto di vista sensoriale che progettuale. In questo divertente laboratorio saranno messe a disposizioni varie mascherine per stencil, la stampa sarà finalizzata alla decorazione di un biglietto di auguri oppure una stoffa oppure se si vorrà si potrà acquistare e decorare una shopper o una maglietta.
a cura di La Venenta

dalle 14.00 alle 15.30 presso lo stand espositore
Cucire un cuscino
Giochiamo e creiamo il nostro cuscino-animaletto riempito con tante bucce di miglio, di grano saraceno e semi di lino.
a cura di Dormiglio Cuscini

dalle 15.30 alle 16.30 presso lo stand espositore
Laboratorio di Arti Circolari
Dimostrazione partecipata di stampa botanica su carta.
a cura di ArtEco

dalle 16.00 alle 17.30 presso lo stand espositore
Ri-scopriamoci e ri-cicliamo
Dialogo tra una sartoria sociale e una consulente di immagine per scoprire come piccoli gesti quotidiani possono fare la differenza.
a cura di Vicini D’Istanti

dalle 16.30 alle 17.00 presso l’area Approfondimenti
NON SOLO TUTORIAL
“Belle le fasce turbanti, ma troppo complicate da indossare!” “Che bella acconciatura, ma io non riuscirei mai!” “Mi piacerebbe tanto indossarla, ma non ho il tempo di metterla”. Questi e altri miti sulle fasce turbanti saranno sfatati. Questo copricapo versatile (lo si può usare anche come sciarpina, cintura ecc) e bellissimo può essere indossato in mille modi diversi e farlo non è mai stato così facile! Non rinunciate all’originalità. Vi faremo vedere come fare e ve lo faremo anche provare!
A cura di Di tutti i colori

MUSICA

ore 21.30 presso Montagnola Republic (evento organizzato in collaborazione con Binario 69)
Giovanni Chirico con il progetto “Bases”
Giovanni Chirico, classe ’90, scopre il sassofono in adolescenza attraverso la banda del suo paese nativo, San Michele Salentino. Il progetto Bases prende spunto dalle note basse del sax baritono e delle basi elettroniche che contaminano il suono acustico dello strumento. Come un ritorno all’essenziale, alla musica come passione e campo aperto di sperimentazione, alla memoria degli esordi in un piccolo paese della provincia italiana, alla periferia come “filosofia” e fonte di ispirazione, dove è ancora possibile tentare la magia di esperimenti audaci, lontani dal mainstream.